Monumento al maggiore Giovanni Macchi. Figure di soldati in combattimento: guardie di finanza

monumento ai caduti a cippo, 1925 - 1925/06/14
Candoni Realdo (attribuito)
notizie secolo XX (1920 - 1940)

Il monumento, situato sul lato est del piazzale di Monte Croce Carnico, è protetto da quattro paracarri dipinti sostenenti una catena. Due gradini, dei quali il secondo inclinato, a pianta rettangolare sostengono il cippo, costituito da blocchi in pietra d'Aurisina. Sopra il basamento bugnato si eleva la parte centrale, sulla cui faccia anteriore è posto il grande altorilievo in bronzo (105 x 150 h). Sui fianchi e sul retro sono affisse le lapidi in pietra d'Aurisina, di recente fattura, con l'elenco delle guardie cadute. In basso, sul basamento, è posta la lapide dedicatoria al maggiore Macchi. La parte terminale è costituita da un blocco scolpito a forma di basso podio delimitato da due eleganti volute ioniche con sovrastante fiamma centrale

  • OGGETTO monumento ai caduti a cippo
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
    pietra calcarea d'Aurisina/ bocciardatura
  • MISURE Profondità: 290 cm
    Altezza: 370 cm
    Larghezza: 320 cm
  • ATTRIBUZIONI Mayer Giovanni (attribuito): scultore
    Candoni Realdo (attribuito)
  • LOCALIZZAZIONE piazzale di Passo Monte Croce Carnico
  • INDIRIZZO Strada Statale 52 BIS, Paluzza (UD)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il monumento originariamente si trovava nel cimitero militare di Timau. Nel 1935, a seguito della dismissione del cimitero per la realizzazione dei Sacrari monumentali, venne smontato e successivamente ricollocato nel sito attuale. Il monumento fu inaugurato domenica 14 giugno 1925. Bibliografia: "La Patria del Friuli", lunedì 15 giugno 1925
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0600166258
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Friuli - Venezia Giulia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2016
  • ISCRIZIONI lato frontale/ in basso - GIOVANNI MACCHI/ MAGGIORE DELLA R. GUARDIA DI FINANZA/ SUL PAL PICCOLO/ CONSACRO' COL SUO SACRIFICIO EROICO/ GLI ALTI IDEALI DI CHI FU' STRENUO ASSERTORE IN VITA/ SEGNANDO LA LUMINOSA VIA DEL DOVERE/ AI COMMILITONI CHE IN CARNIA E DOVUNQUE S'IMMOLARONO/ PER L'ONORE E LA GRANDEZZA DELLA PATRIA - maiuscolo - a solchi - italiano
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Mayer Giovanni (attribuito)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI