ultima cena

dipinto, 1590/ 1610

Interno di stanza con prospettiva a colonnati e illuminazione dall'alto, proveniente da un lume a olio. Alla tavola, ricoperta di bianca tovaglia su cui sono vivande, frutta e un calice di vino, siede Cristo, al centro, visto frontalmente, vestito di azzurro e rosso. Intorno, in vari atteggiamenti, sono gli Apostoli, in vesti dai colori cangianti e contrastati, verdi, gialle, nocciola, rosse e azzurre in divisa simmetria. Nel fondo, dietro il Cristo, due valletti in penombra recano piatti con vivande. Forma centinata e scantonata in alto e in basso

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • LOCALIZZAZIONE Novellara (RE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La tradizione locale, raccolta da G. Fabbrici, 1972, p. 47, indicava la tela come appartenente alla scuola di Rubens, indice di apprezzamento dell'opera che si distingue per qualità e dignità di esecuzione. Il colore contrastato ha accenti manieristici che A. Quintavalle (1941, scheda 3) indicava nella maniera di G. B. Trotti, il Malosso, attribuendo il dipinto a scuola parmense o lombarda entro il secolo XVI, seguita da Pirondini M. (1971, scheda 3). La componente lombarda è evidente nel realismo dell'insieme, ma il cromatismo è veneto, come poteva avvenire in area di cultura mantovana. Per tale assunto, si avanza l'ipotesi attributiva verso il novellarese Giacomo Barboni (A. Garuti, 1987, p. 28), un esponente legato alla tradizione locale e all'arte padana tra Mantova e Venezia
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800197992
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • DATA DI COMPILAZIONE 1987
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1590/ 1610

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'