Dante e Virgilio osservano le anime dei dannati dalle rive dello Stige

dipinto, ca 1680 - ca 1691

n.p

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Mehus Livio (1630/ 1691): figure
    Onofri Crescenzio (1632/ Post 1712): paesaggio
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Palatina e Appartamenti Reali
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO Piazza Pitti 1, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto è stato riconosciuto come opera dell'Onofri per il paesaggio e del Mehus per le figure, grazie alla descrizione di un quadro di questo soggetto nell'Inventario della raccolta del Gran Principe Ferdinando de' Medici ed è stato presentato da Chiarini (1967, fig. 62) come originale. Con questa attribuzione è citato anche in un documento del 1761 (ASF, GM, n. 94, Apendice, cc. 15v-16r). Dall'opera furono tratte due copie ad uso di paracamini, entrambe conservate nei depositi delle gallerie fiorentine (Inv. 1890, nn. 5774, 5812) (cfr. Chiarini, 1975, pp. 81, 96). Gli inventari attestano altre collaborazioni dei due pittori. La tipologia del soggetto, tratto dall'Inferno dantesco, ma anche alcuni elementi stilistici, inducono a collocare il dipinto nell'ultima fase di attività del pittore ("Mehus...", 2000, p. 122)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900034955
  • NUMERO D'INVENTARIO Inv. 1890, 5378
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1975
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
    2006
  • ISCRIZIONI a tergo, sulla tela - 570 (rosso) - numeri arabi - a pennello -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Mehus Livio (1630/ 1691)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Onofri Crescenzio (1632/ Post 1712)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1680 - ca 1691

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'