storie della vita di Giuditta

dipinto,

decorazione divisa in sei registri alternati con storie della vita di Giuditta tratte dall'Antico Testamento e scene di battaglia

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Furlano Nicolò (notizie Fine Sec. Xvi)
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Daniele Da Volterra E Scuola
  • LOCALIZZAZIONE Roma (RM)
  • INDIRIZZO Europa, ITALIA, Lazio, RM, Roma, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il ciclo è stato fino ad oggi datato al 1523, anno ritenuto tradizionalmente quello delle nozze di Angelo Massimo e Isabella Planca Incoronati. Un più attento esame delle fonti bibliografiche e di archivio tuttavia ha determinato non solo l'individuazione della data 1583 per tale unione matrimoniale ma anche un preciso riferimento al 1595 per l'opera in esame. Cade pertanto l'attribuzione a Daniele da Volterra (morto nel 1566). Un elemento forse utile per la soluzione del problema attributivo scaturisce dalla documentazione del restauro delle pitture avvenuto nel 1877: in tale circostanza venne ritrovata la scritta indicante in nome di "Nicolò".L' autore ancora non identificato sembra tuttavia muoversi sulla linea stilistica di Daniele da Volterra.Risulta possibile precisare inoltre la generica e in parte erronea ispirazione al vecchio e nuovo Testamento tradizionalmente riferita dalla bibliografia, si tratta infatti delle sole storie di Giuditta conservate nel vecchio Testamento
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1200863843-0
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Furlano Nicolò (notizie Fine Sec. Xvi)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'