figura di soldato: fante

monumento ai caduti a fontana, 1927 - 1927

Monumento complesso costituito da un basamento rettangolare in marmo, interrotto al centro da una base quadrangolare che presenta sul lato anteriore l'iscrizione commemorativa ed uno scudo in bronzo. Quest'ultimo presenta una ricca decorazione a rilievo che raffigura, ai lati, rami di alloro e di quercia e, all'interno, una testa di Medusa con i caratteristici serpenti, una spada con l'elsa a forma di testa di aquila e due ali laterali. Inoltre sull'elsa è incisa la scritta SPQR. Sul basamento sono collocati due pannelli con rilievi bronzei raffiguranti, quello a destra, un gruppo di soldati all'assalto e l'angelo della morte che bacia ed avvolge con le ali un soldato morente, quello a sinistra, una scena di dolore con un uomo che sostiene una donna svenuta, un'altra donna con in braccio un bambino ed in basso un'anziana che si appoggia ad una fanciulla, il gruppo è davanti ad un braciere ardente alla base del quale è posta una corona di quercia e di alloro. Sulla base centrale la statua in bronzo di un fante raffigurato con la tenuta invernale che si appoggia al suo fucile con baionetta innestata. Agli angoli del basamento sono raffigurati a rilievo due volti in bronzo. Sul prospetto posteriore, nella parte bassa, sono incisi gli elenchi dei caduti della Grande Guerra

  • OGGETTO monumento ai caduti a fontana
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
    marmo/ incisione
  • ATTRIBUZIONI Simone Edgardo (1890/ 1948)
  • LOCALIZZAZIONE Piazza Umberto I
  • INDIRIZZO Piazza Umberto I, San Marzano sul Sarno (SA)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Dal monumento ai caduti di San Marzano, inaugurato nel 1929, come quelli di Sarno e del Conservatorio di San Pietro a Maiella di Napoli, anch'essi opere di Edgardo Simone, si diffonde una raffinata atmosfera Deco, quasi estenuata nell'esasperazione del linearismo. In particolare, la scena del Compianto è molto vicina al rilievo del Conservatorio anche nella forzatura dei panneggi e in certe partiture muscolari. Mentre gli aspetti ardimentosi trovano espressione nell'episodio dei soldati all'attacco, il soggetto dell'Angelo che bacia il soldato morente si attesta su un filone simbolico e decorativo. In particolare quest'idea sembra mescolarsi con la figura della Madre Patria dolente per i suoi figli ma anche con il più tradizionale simbolo cristiano, ben presente nel panorama della scultura cimiteriale
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1500816854
  • DATA DI COMPILAZIONE 2005
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2008
    2009
    2016
  • ISCRIZIONI basamento/ lato anteriore - S. MARZANO SUL SARNO/ ESALTA NELL'ETERNA RICONOSCENZA/ I SUOI CADUTI/ EROI/ CHE DIEDERO ALI ALLA VITTORIA/ E FANNO SANTO E SICURO L'AUSPICIO/ DELLA MAGGIORE POTENZA E GRANDEZZA/ DELLA PATRIA/ ANNO VI - E F// - lettere capitali - a incisione - italiano
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Simone Edgardo (1890/ 1948)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1927 - 1927

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI