Prospettiva architettonica

dipinto murale, 1761 - 1763

Il dipinto, modulato nei toni del grigio, bianco e rosa, raffigura un balcone aperto su una prospettiva di piazza, a cui si accede mediante una scalinata in primo piano. La piazza è delimitata da due ali di portici verde pastello, un palazzo signorile sullo sfondo, ed è inquadrata da un grande arco con frontone mistilineo

  • OGGETTO dipinto murale
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • AMBITO CULTURALE Ambito Lombardo
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Malacrida
  • INDIRIZZO via Malacrida, Morbegno (SO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'affresco partecipa chiaramente del clima illusionistico e rococò che impronta la decorazione del palazzo così come si attuò soprattutto per mano di Cesare Ligari, del Coduri e del Porro, tra il 1761 ed il 1763. Qui, in particolare, la cromia, il motivo decorativo del balcone, la tipologia delle due anfore poste all'imbocco dello sfondato prospettico, riconducono a moduli coduriani, anche se, nell'insieme, l'opera esula dall'estro del Vignoli ed è probabilmente da attribuire ad un aiuto. In particolare, la cromia, il motivo decorativo del balcone, la tipologia delle due anfore poste all'imbocco dello sfondato prospettico, riconducono a moduli coduruani, anche se, nell'insieme, l'opera esula dall'estro del Vignoli ed è probabilmente da attribuire ad un aiuto. In paricolare potrebbe trattarsi di un componente la stessa equipe che coadiuvava il Coduri nei lavori di decorazione della chiesa di S.Giovanni, che avvenivano contemporaneamente alla decorazione di palazzo Malacrida, impegnando praticamente gli stessi artisti. Significativo è infatti il possibile riferimento della piazza raffigurata, alla piazza di San Giovanni, rispetto a cui l'immagine dell'artista ha sostituito alla chiesa, il palazzo signorile, pur conservandone identico il coronamento in uno scorcio porticato
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300214172
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza-Brianza, Pavia, Sondrio e Varese
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • DATA DI COMPILAZIONE 1984
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2010
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1761 - 1763

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE