collare, opera isolata di Genoni Rosa (attribuito) (inizio sec. XX)

collare, ca 1906 - ca 1906

Ampio collo ricamato in applicazione su base in velluto di seta e cotone color verde acqua marina. Nella parte centrale, motivo di esile tralcio dall'andamento sinuoso, con propaggini a voluta, realizzato in argento riant su anima bruna (a più capi, torsione Z), canutiglia argentata a sezione geometrica, in filato lamellare, e torciglione a due capi, torsione S (un capo in argento filato - a sua volta costituito da più capi -, l'altro in argento riant di grosso titolo, con lamella zigrinata su anima bruna), fissati a punto posato in filato di seta avorio; il tralcio è accompagnato da strass di vetro sfaccettati, in diverso formato, trasparenti o con superficie a specchio, sormontati da piccole perline trasparenti, e in marcassite sfaccettata; per alcuni dettagli, applicazione di paillettes metalliche argentate, sormontate da piccole perle finte, in vetro; la lavorazione a ricamo risulta parzialmente riportata su tulle meccanico in seta avorio (quasi del tutto sparito). (si rimanda al campo OSS)

  • OGGETTO collare
  • MATERIA E TECNICA oro filato/ ricamo meccanico
    seta/ tulle
    argento filato/ ricamo
    cotone/ garza
    filo di lino/ merletto a fuselli o tombolo
    filo metallico canutiglia/ ricamo
    paillettes/ ricamo
    perla finta
    perline/ ricamo
    seta/ velluto liscio o tagliato
    strass
    VETRO
  • MISURE Altezza: 57.5 cm
    Larghezza: 44.5 cm
  • ATTRIBUZIONI Genoni Rosa (attribuito): disegnatore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria del Costume
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO P.zza Pitti 1, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'esemplare in oggetto è riconducibile al manto di corte ispirato al Trionfo di Venezia, opera del pittore Paolo Veronese del 1582, ad oggi presso la Sala del Maggior Consiglio in Palazzo Ducale, a Venezia; il modello, ideato da Rosa Genoni, faceva parte della prima selezione di capi presentata all'Esposizione Internazionale di Milano (o del Sempione) nel 1906, nella sezione "Moda" (che andò distrutta a causa di un incendio); le spighe ai piedi della città nel dipinto, sono riproposte nel pizzo di Burano (eseguito dalla ditta Melville e Ziffer di Venezia) e nel manto sotto forma di ricamo
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900344255-1
  • NUMERO D'INVENTARIO TA 1757
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Genoni Rosa (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1906 - ca 1906

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'