Figure in costumi orientali. costumi orientali

dipinto, 1772 - 1772

Un uomo, con costume orientale, turbante e tipico passatempo di perle al braccio, è trasportato su un carretto sormontato da una tenda sollevata da un uomo che parla con il primo seduto. Un altro uomo, dipinto di schiena, tira il carretto. Una figura con mantello e cappuccio osserva la scena. Alle spalle, quattro uomini a gruppi di due conversano tra di loro, una quinta figura si intravede alle loro spalle con una cesta di forma piramidale sulla testa. Tutti sono vestiti con costumi di foggia orientale

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 75 cm
    Larghezza: 102 cm
  • ATTRIBUZIONI Scaroina Michele (notizie Sec. Xviii): esecutore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo della Reggia di Caserta
  • LOCALIZZAZIONE Prefettura di Caserta
  • INDIRIZZO Piazza della Prefettura, 2, Caserta (CE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto fa parte di un ciclo di diciotto quadri conservati presso la Reggia di Caserta databili al 1770-1772. Il ciclo costituisce un filone alternativo della produzione pittorica di Michele Scaroina, (Campobasso, inizi XVIII sec. - fine XVIII sec.), artista molisano ancora poco noto, attivo nella sua terra e in Campania, del quale si conoscono opere di oggetto sacro (“Incoronazione della Vergine e Santi”, Celenza Valfortore, Chiesa di San Nicola, 1759; “Assunta in gloria con San Nicola, San Pietro e Sant’Antonio”, Mirabello Sannitico, Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, ,1759). Della sua produzione pittorica successiva al 1759 non si trovano più tracce fino al 1772, data in cui il pittore realizzò la serie di tele oggi alla Reggia casertana di soggetto profano. Il ciclo della Reggia – esposto attualmente nella Sala d'Ingresso del percorso della Quadreria - rientra nel gusto “orientalista” molto in auge alla corte borbonica di Napoli nella seconda metà del XVIII sec. che ripropone costumi, architetture e scene di vita quotidiana di ispirazione islamica, una tendenza che anticipa l’Orientalismo in gran voga per tutto l’Ottocento in Francia, in Inghilterra e in Italia. Il vicino Oriente arabo raccontato da Scaroina, un mondo favoloso, immaginario, lontano ma nello stesso vicino - è il frutto delle suggestioni dell'Enciclopedismo ma anche di racconti come "Le Mille e una Notte". Prendono così vita, su tele di medio formato, realistiche scene quotidiane alla corte del Sultano, tornei cavallereschi in sella a impetuosi cavalli berberi, dignitari accomodati su cuscini in tende squadrate sullo sfondo di architetture semplici e riconoscibili come orientali grazie ai caratteristici archi moreschi e alle cupole a bulbo. In “Costumi orientali”, la semplice scena con personaggi in costume, non esente da alcune rigidità, risulta nel complesso risultano piacevoli grazie anche all’uso sapiente di una vivace gamma cromatica carica di contrasti chiaroscurali. Il ciclo è stato esposto nell’agosto 2003 nella mostra “Ab Oriente, dipinti ‘orientalisti’ del XVII secolo della Reggia di Caserta”, allestita nella Biblioteca Provinciale di Benevento-Palazzo Terragnoli
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1500068854
  • NUMERO D'INVENTARIO 1076
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento
  • DATA DI COMPILAZIONE 1987
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005
    2016
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Scaroina Michele (notizie Sec. Xviii)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1772 - 1772

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'